domenica 25 novembre 2012

7 Psicopatici


 


Ieri sera, 24 novembre,  ho visto  ”7 Psicopatici”: pulp quanto basta per accontentare Tarantino, estraniante nei dialoghi per avvicinarsi ai fratelli Coen, demenziale quanto basta per ricordare i Simpson…Questo per dire in quale Mix di generi ( e non ho parlato di altre colte citazioni cinematografiche..) vi immergete una volta seduti in poltrona davanti al grande schermo .-)
A me è piaciuto, nonostante abbia pensato che il ritmo dei film di Tarantino sia impagabile… gli attori sono superbi, soprattutto Wolken e Rockwell : immensi. Il regista è inglese, e si sente. Premetto che a me il film europeo in generee mi piace da matti, in primis quello inglese. Ma…il voler tirar le somme con morale (la morale del finale), ha rallentato il film rendendolo ordinario. Non il personaggio di interpretato da Walken, che è coerente e stupendo, ma il metamessaggio che lascia trasparire attraverso la sua registrazione, riguardante lo psicopatico vietmanita…
E’ un film che parla di film e che vorrebbe insegnare qualcosa , ma quest’ultima parte è rimasta nebulosa e non chiara…
Ma noi europei ci siamo guadagnati un film cult.