sabato 9 giugno 2012

La notte ha cambiato rumore, Maria Duenas

Copertina di La notte ha cambiato rumore
Finito di leggere ieri notte. E' stato il romanzo-ponte che mi ha aiutato a tornare a dormire a casa mia, dopo la scossa vertiginosa del 3 giugno scorso. Bel romanzo di impianto feuilletton. L'autrice è riuscita a mescolare molto bene gli ingredienti di realtà storica a quelli di finzione . Le vicende della sartina Siria si svolgono dalla fine degli anni Trenta, alla fine della seconda guerra mondiale, fra Madrid il marocco e il Portogallo. la sua storia , ci coinvolge con pacata serenità, seppur condita da disavventure , perché l'autrice colloca la protagonista, sempre in contesti che risultano positivi nei suoi confronti. La sartina attrae gente intelligente, razionale e positiva, per cui la sua educazione e crescita avviene in modo costruttivo e positivo.
A tratti il romanzo, rimanda alle immagini di qualche film degli anni quaranta , e quella sigaretta perennemente sulle labbra di Marcus richiama l'immagine classica di Humphrey Bogart, ma sono fugaci momenti, perché Maria Duenas, riesce con cipiglio a riprendere le redini della trama e riportarla nel terreno della letteratura. Maria Duenas è un'accademica e si sente,il romanzo trasuda la sua volontà di farci recepire gli elementi di realtà storica messi al giusto posto e trattati con disinvolta conoscenza.
E' un romanzo intelligente e razionale.
voto: 8