lunedì 7 maggio 2012

L'eliseo dopo 17 anni, torna socialista

 

 Questa discussione è stata aperta su aNoobii



http://www.tmnews.it/web/sezioni/top10/20120506_211939.…
Holland, vince su Sarkozy, io personalmente sono molto contenta, ma aldilà della mia felicità di tipo ideologico, come cambieranno gli assetti inEuropa? Questa vittoria, visto che la Francia è molto importante, proporrà lancerà qualche segnale significativo di ripresa ?
Apro questo topic perché sono molto curiosa e interessata in quanto l'Italia mi sembra prorpio sul filo del baratro...Lascio dunqua la parola a chi è più esperto di me e a chi si vuole confrontare su un argomento come questo.
emma | May 7, 2012

[OT]Scusate un intervento Entusiasta!! Alcuni amici su Fb hanno mandato una foto di Place de la Concorde (gremita!!!) In alto sventola anche la bandiera italianaaaaaa!!!!WOW!!
emma | May 7, 2012
Premetto di non credere nel governo Monti, anche se sono stata felice che abbia mandato a casa quel puttaniere di Berlusconi, e che grazie a lui siano esplosi i forzieri della Lega Ladrona ...., ma ora la situazione deve prendere una svolta positiva, dobbiamo ora, mandare a casa Monti, per cui le sinistre devono cominciare a pensare . A PENSARE in maniera congrua e positiva, senza sbrindellamenti (come è solita fare). La Grcia ha dato un segnale ben preciso. Questa vecchia Europa macilenta, non può permettersi di cedere ad un dejavù nazista, alla xenofobia becera e strisciante , a questa dittatura mascherata da democrazia. Il problema principale sta nella BCE? Se è così, bisognerebbe intervenire come dice @antonio.
Penso che ci sia un problema ripetitivo di fondo ,che accomuna tutte le nazioni che hanno combattutto contro il nazimo hitleriano...Il fatto è che quel punto nero marcescente ha lasciato metastasi trasformiste...ha lasciato metastasi che, se vengono trattate nei film , nei libri ecc, vengono semplicemente definite come il lato oscuro di tutta l'umanità..ma sul piatto della politica reale possono essere combattute con strategie, con tattiche ben precise: lasciamo che i capitali si involvano che rientrino dentro loro stessi...assecondiamo il mercato razionale . quello che non vuole strafare ma quello che vuol crescere attraverso un'economia trasparente, luminosa : giocosamente competitiva, che permette a tanti e nel tempo a tutti, di appropriarsi della propria vita contribuendo al rendimento globale, con pochi e continuativi sforzi. Sia nelle idee sia nella mano d'opera.... se continuo mi immetto in un trattato di economia sociale e democratica reale...
Chi ha detto che l'Europa sta tornando al periodo descritto da Dickens??? Se fosse così: avanti tutta di nuovo nel ritrovare IL SENSO reale delle conquiste sociali e


ecco il link:
http://www.anobii.com/forum_thread?topicId=3195498#new_thread