sabato 26 dicembre 2015

Ozio di Daniela Fini






Cortecce affiorano
come boccoli suadenti
nella discesa ventosa.
E’ una pausa
che si interpone  fra l'attimo dopo
e ciò che si perde ora.
Insetti ronzanti
circuendo
senza osare posarsi
due presenze distese .
La valle alberata
senza sosta
riposa .